Disturbo ossessivo e  disturbo ossessivo-  compulsivo

 Come riconoscerli

disturbi ossessivi

La persona affetta da Disturbo Ossessivo o Disturbo Ossessivo-Compulsivo (DOP), non riesce a fare a meno di avere certi pensieri ai quali accompagna comportamenti rituali ( compulsioni), messi in atto per cercare di bloccare o soddisfare i pensieri ossessivi.

Il Disturbo Ossessivo-Compulsivo può portare l’individuo a modificare la propria giornata ideale o l’attività lavorativa, poiché può perdere molto tempo in rituali compulsivi (scendere più volte a controllare l’auto parcheggiata o aprire e chiudere un certo numero di volte un rubinetto, ecc..).

Un po’ come per la fobia, anche in questo caso si è di fronte a contenuti inconsci che vengono 'spostati' sui pensieri ossessivi, che spesso non hanno nulla a che vedere coi reali conflitti che hanno sede nell’inconscio.

Share by: